Covid - Quarantena e isolamento

L’attuale regolamentazione nel dettaglio: (12.01.2021)

- A tutti coloro che sono risultati positivi verrà sempre imposto il periodo di isolamento massimo, vale a dire 21 giorni. Tuttavia, in molti casi, questo periodo potrà essere ridotto.

- Coloro che hanno già effettuato la vaccinazione di richiamo o hanno completato il ciclo vaccinale da non più di 120 giorni potranno uscire dall’ isolamento dopo sette giorni. A patto naturalmente che vi siano le seguenti condizioni: assenza di sintomi da tre giorni, un test PCR o antigene negativo e la notifica ufficiale della fine dell'isolamento da parte dell’Azienda sanitaria dell'Alto Adige. Le persone interessate riceveranno questa notifica entro breve tempo dal risultato negativo del test.

- Se il ciclo di vaccinazione è stato completato da più di 120 giorni o se la persona infetta non è vaccinata, l’isolamento terminerà dopo dieci giorni sempre a condizione che la persona non presenti sintomi da tre giorni e che vi sia un test PCR negativo o - e questa è la novità - un test antigene negativo nonché la conferma della fine dell'isolamento rilasciata dall’Azienda sanitaria dell'Alto Adige.

Fino ad ora, se il test era nuovamente positivo, partiva un ulteriore periodo di isolamento di 7 giorni. Questo significava che un secondo test doveva essere effettuato rispettivamente al 14° o al 17° giorno del periodo di isolamento.

Questo iter è stato notevolmente semplificato, anche a causa del minor tempo di incubazione della variante Omicron, ora predominante: se il primo test per terminare il periodo di isolamento è positivo, non è più necessario aspettare altri 7 giorni per eseguire un secondo test e terminare così l'isolamento. Tale test può essere effettuato già il giorno dopo o nei giorni successivi. Se il test risulta negativo il periodo di isolamento si conclude. In precedenza, bisognava sempre e comunque osservare un ulteriore isolamento di 7 giorni.

Le farmacie, i Medici di Medicina Generale, i Pediatri di Libera Scelta ed i Centri per i test devono continuare ad inviare i risultati dei test all’Azienda sanitaria. Dopo un test negativo, l’Unità di sorveglianza epidemiologico emette la notifica ufficiale di fine isolamento e la invia al cittadino/alla cittadina.

Va ricordato che i test per porre fine all'isolamento possono essere effettuati in molte farmacie, presso la stragrande maggioranza dei Medici di Medicina Generale o Pediatri di Libera Scelta nonché presso i Centri di test allestiti nei comuni (vedi http://sabes.it/test). Non è necessario presentarsi all'appuntamento indicato dall’Azienda sanitaria dell'Alto Adige nella lettera per la notifica dell’isolamento. Tuttavia, è fondamentale cancellare l’appuntamento indicato nella lettera tramite la piattaforma di prenotazione dell'Azienda https://appcuppmobile.civis.bz.it/main/home, in modo che le risorse previste possano essere utilizzate in altro modo.

I test per terminare il periodo di isolamento sono gratuiti se vengono eseguiti nelle date indicate dall’Unità di sorveglianza epidemiologica, cioè nel 7°/14° giorno o 10°/17° giorno. In tutte le altre date, sono a pagamento.

Sia per eseguire un test che per effettuare una vaccinazione è necessario presentare un documento di identità valido.

 

1. Quarantena

Le nuove norme sulla quarantena per le persone che hanno avuto un contatto stretto con un positivo prevedono che la quarantena non si applichi:  

-alle persone che hanno completato il ciclo vaccinale “primario” (senza richiamo) da 120 giorni o meno;

- alle persone che sono guarite dal COVID-19 da 120 giorni o meno

- alle persone che hanno ricevuto la dose di richiamo del vaccino (cosiddetta “terza dose” o “booster”);

A tutte queste categorie di persone si applica una auto-sorveglianza, con obbligo di indossare le mascherine FFP2 fino al decimo giorno successivo all'ultima esposizione al soggetto positivo al COVID-19 (quindi l’undicesimo giorno dall’ultimo contatto). È prevista l’effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare per la rilevazione dell’antigene Sars-Cov-2 alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto.

La quarantena con la durata di 5 giorni con obbligo di un test molecolare o antigenico negativo al quinto giorno si applichi ai contatti stretti che abbiano completato il ciclo vaccinale primario da più di 120 giorni e che abbiano comunque un green pass rafforzato valido, se asintomatici;

La quarantena con durata di dieci giorni dall’ultime esposizione, con obbligo di un test molecolare o antigenico negativo al decimo giorno si applichi per i soggetti non vaccinati o che non abbiano completato il ciclo vaccinale primario o che abbiano completato il ciclo vaccinale primario da meno di 14 giorni.

Il Green Pass si blocca con tampone positivo e per i guariti dal 6 gennaio 2022 si sblocca in automatico entro 24 h dall’inserimento del tampone negativo.

ATTENZIONE: lo sblocco del GreenPass non equivale alla chiusura del procedimento di isolamento!